Quanto costa in realtà la tua flotta?

Ogni attività si articola di diverse voci di costo, fisse e variabile, dirette e indirette. Ma una particolare problematica delle imprese che si trovano a gestire piccole o grandi flotte consiste nell’imprevedibilità della spesa carburante. Questi, infatti, rappresentano una delle voci principali, con un peso significativo a livello di bilancio e caratterizzate da un profilo altamente variabile.

In questo articolo analizziamo le componenti più significative di questo costo e come controllarele, in modo da rendere più prevedibile il costo atteso per la tua flotta. Non preoccuparti, non ti annoieremo con troppi numeri; siamo ingegneri, ma non siamo qui per darti una lezione di matematica!

Analizziamo un po’ i costi

Quando si lavora con costi facilmente prevedibili e stimabili, come costi di finanziamento o di assicurazione, è più facile intervenire, basta individuare la soluzione con il rapporto costo beneficio migliore.
Il consumo di carburante dipende da svariati fattori, a partire dalla tipologia del veicolo, del peso e quindi la tipologia del carico trasportato, il tragitto percorso in termini di km e tipologia di strada (urbana, extraurbana o autostrada).

Ponendosi l’obiettivo di ridurre al minimo i costi non necessari, la natura aleatoria, quasi imprevedibile, dei consumi compromette la precisione delle previsioni. Un’azienda che non riesce a tenere sotto controllo i costi è un’azienda in grande difficoltà; pertanto, un piano di intervento a riduzione di sprechi relativi al carburante è necessaria nell’attuale contesto competitivo, partendo dal monitoraggio costante e dall'analisi incrociata delle diverse variabili da cui dipende il consumo finale, con l’obiettivo finale di migliorare la gestione della flotta mediante i dati così raccolti.

Ma non esistono soluzioni risolutive per il consumo di carburante, o forse no?

Di che numeri stiamo parlando?

Di che numeri stiamo parlando?

Camion

Un autocarro di media grandezza e a pieno carico pesa circa tra le 8 e 12 tonnellate, e percorre in media 2.8km al litro (consuma intorno ai 30 o 40 litri in media ogni 100 km).
Considerando una velocità media di 50 km/h, ogni ora di navigazione ha un costo medio pari a € 28 (50 km/h * 0.35 * € 1.62), che in questo caso corrisponde al risparmio che comporta ogni ora di percorrenza ottimizzata al mese.

Camion di piccola taglia

Ovviamente più piccolo il veicolo, minore il carico e minori i consumi. Per esempio un camion di piccole dimensioni con carico medio pesa intorno alle 6 tonnellate, percorre in media 4 km per litro (consuma circa 25 litri ogni 100 chilometri) e quindi con un costo orario di €20.

Furgoni

I furgoni sono un caso particolare, poiché questa categoria prevede anche modelli elettrici, e spesso vengono utilizzati all’interno dei centri urbani dove ovviamente la velocità media è inferiore e il tempo di percorrenza maggiore. Tuttavia, le dimensioni ridotte e della minore capacità di carico prevalgono facendo si che il consumo di gasolio medio sia ridotto, percorre in media 10 km per litro (consuma intorno gli 11 litri ogni 100 chilometri).
Considerando una velocità media di 50 km/h, ogni ora di navigazione ha un costo medio pari a € 9 (50 km/h * 0.11 * € 1.62) , che in questo caso corrisponde al risparmio per ogni ora di percorrenza ottimizzata al mese.

Auto

Le autovetture sono la categoria più versatile, e come tale il calcolo del consumo medio di carburante è ancora più indicativo dell’utilizzo che se ne fa. Considerando quindi una velocità media approssimativa di 50 km/h e una percorrenza media di 20 km per litro, l’ottimizzazione dell’uso di una sola ora corrisponde a ( 50 km* 0.05 l/km * € 1.62) circa € 4.

Relativizziamo questi costi

Relativizziamo questi costi

Secondo il report sui costi del trasporto merci su strada dell’Osservatorio del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti spagnolo, pubblicato a Gennaio del 2021, i costi fissi e semi variabili annuali per la gestione di un veicolo articolato di carico medio ammontano a € 83.500, considerando una percorrenza annuale di 22.000 km corrispondenti a € 34.000 di carburante, si può concludere che il consumo di carburante rappresenta circa il 30% del costo totale del singolo veicolo annuo.
La componente carburante è quindi una delle voci più importanti nel totale dei costi di possesso e gestione di un veicolo. A differenza delle altre, però, il costo del carburante può essere ottimizzato (non solo facendo rifornimento dove il carburante costa qualche millesimo di euro in meno!), riducendo gli sprechi e controllando attivamente l’utilizzo dei veicoli. Piccoli sacrifici sono inevitabili, ma i risultati ripagheranno le risorse investite.

Appurato quindi che sia fondamentale investire nel monitoraggio costante della flotta e dei consumi, sei pronto ad iniziare? Sei sicuro di avere tutto ciò che ti occorre per rispondere a questa perdita in efficienza?
Se consideriamo il risparmio netto che incorre un'azienda semplicemente ottimizzando di un’ora l'utilizzo della propria flotta, il costo di un servizio di monitoraggio e gestione sembra irrilevante, perché non ci hai già pensato?

Keet, al costo equivalente di una sola ora di guida, ti permette di risparmiarne molte di più, ottimizzando la tua gestione, controllando i consumi e le emissioni e monitorando in tutta sicurezza i tuoi spostamenti. In più ti darà accesso a un nuovo modo di analizzare lo storico dei percorsi di ogni veicolo della tua flotta, in ogni momento e da ogni postazione.
Come ti dicevamo, in Keet siamo fieri del fatto che estraiamo il massimo valore da ogni dato raccolto per migliorare la tua flotta: in questo articolo ti spieghiamo come!

La formula di Keet

La formula di Keet

Dopo aver parlato del costo orario della tua flotta in termini di carburante e quindi del concreto risparmio raggiungibile tramite il servizio di Keet, passiamo al come ciò possa avvenire. Ovviamente Keet non è un servizio magico che riduce automaticamente i tuoi costi, se davvero ne esistesse uno non saremo qui a parlarne. L’idea di Keet nasce proprio da un’attenta analisi di mercato che ci ha permesso di notare come l’offerta di servizi di assistenza alla gestione di flotte aziendali sia ancora in via di sviluppo e quindi incompleta. La presenza di prodotti parziali e imprecisi riflette la difficoltà di supportare un’attività variabile che si articola al di fuori del controllo diretto all’interno delle mura aziendali e quindi con tutte le complicanze di gestione e controllo annesse.
Un’attività con una produzione e erogazione di servizi ben ottimizzata ha bisogno di un significativo controllo da parte del team amministrativo. Solo attraverso un accesso diretto al dietro le quinte del processo di erogazione e/o produzione permette di individuare correttamente inefficienze e quindi costi evitabili, confrontare diverse strategie di allocazione di risorse per individuare la combinazione ottima per la massimizzazione della performance e valutare oggettivamente le varie componenti della tua value chain.

Dove guardare per migliorare

La raccolta dati fornita da Keet permette, si, di monitorare in tempo reale la tua flotta ma anche di raccogliere dati per costruire un database fitto e flessibile. Ma cosa puoi realmente mettere a fuoco/diagnosticare con Keet:

  • Problemi di approssimazione

    Errori di calcolo e stima che se non propriamente gestiti possono facilmente travolgere i tuoi piani.

  • Problemi di gestione

    Un’organizzazione non funzionale e dispersiva dei propri veicoli e della squadra piloti limita le potenzialità della tua attività atterrandone la performance.

  • Problemi di controllo

    Essere al comando ma non sentirsi propriamente in controllo di tutto ciò che circonda e costituisce la tua attività non è solo una mania di protagonismo, è un tuo diritto e il fatto che controllare una flotta a distanza sia più difficile non vuol dire che sia impossibile.

Da un vigile controllo e un'adeguata gestione ed analisi deriva una profonda consapevolezza e quindi potere. Potere di decidere con una visuale completa, veritiera e attuale sulla totalità della tua azienda, lasciando il minimo indispensabile al caso.

Fai la scelta più efficiente, lascia che te lo dimostri Keet!

Siamo rusciti a provarti il nostro punto? adesso ti lasciamo spulciare per bene nostra offerta. Se invece, non ti abbiamo ancora convinto ti invitiamo a fare un altro giro su "perché Keet".

Fonte immagini: Unsplash
Condividi
Questo articolo ti è stato utile?
Condividilo!